utenti connessi
Oggi è lunedì 13 luglio 2020, 09:15 | Cosa c'è in programma oggi? | E nel Week-end ?

Pieve di Santa Maria in Vespiolla

Punto di interesse a Baldissero Canavese
 A 16 Km da Ivrea
Dai la tua stella a questa pagina
Per saperne di più
Se ti piace questa pagina, con un click dai una stella: le pagine con più stelle avranno maggiore visibilità, associazioni e attività commerciali riceveranno sconti e promozioni
Devi essere registrato per poter votare
Registrati: è gratis, perchè no?

La Pieve di Santa Maria di Vespiolla (o Vespiola) si trova poco fuori dall'abitato di Baldissero Canavese, lungo la strada che porta a Campo e Muriaglio, frazioni di Castellamonte . Costruzione piccola e rustica, di origine romanica, custodisce al suo interno un ciclo di affreschi risalenti alla seconda metà del XV secolo.
Le origini della modesta chiesa romanica di Vespiolla, nel comune di Baldissero Canavese, sarebbero antecedenti all'anno 1000; forse risale alla data della sua fondazione anche la dedicazione alla Vergine Maria che la chiesa ha mantenuto nel tempo.

Documenti d'archivio l'annoverano tra le prime dieci antiche pievanie della Diocesi di Ivrea, che ancora nel 1368-70 aveva sotto di sé varie chiese tra cui quella di San Pietro in Castellamonte [1].

La posizione della chiesa, fuori dal paese, in mezzo alla campagna, ha dato luogo a varie congetture sulle motivazioni della scelta del luogo, ritenuto da alcuni (in virtù di resti di laterizi romani reperiti negli scavi effettuati in loco) un sito sepolcrale di epoca romanica o il luogo in cui si ergeva un'ara sacra.

Essa fu per secoli la chiesa matrice di Castellamonte e di altre chiese limitrofe, fino a quando nel 1396, una nuova parrocchiale fu edificata nel centro del paese. La chiesa – che a quella data doveva già essere in cattivo stato architettonico e di decoro – perse d'importanza. Vi abitava, isolato dalla comunità, un custode addetto al suono delle campane; l'ultimo morì nel 1749. La pieve si animava durante la festa della Madonna delle Grazie e doveva comunque essere meta di devoti che vi si recavano per impetrare l'intercessione della Vergine.

Si spiega verosimilmente in questo modo, in virtù della devozione popolare, la presenza del ciclo di affreschi dell'abside realizzato nel XV secolo

Della costruzione romanica restano oggi solo l'abside rettangolare (segno delle sue origini altomedievali, come si rileva, in Canavese, nella pieve di San Lorenzo a Settimo Vittone) e l'arco santo.

Le restanti parti della chiesa sono state rifatte verso la metà del XVIII secolo, quando, per salavere gli affreschi quattrocenteschi dell'abside, si decise di recuperare l'edificio ormai in pesante stato di degrado architettonico. Il portichetto che precede l’ingresso è costruzione recente.
Gli affreschi delle pieve costituiscono la parte artisticamente più interessante della chiesa. Posti sulle superfici dell'abside e dell'arco santo, erano visibili ancora nel 1870 (come testimoniato da A. Bertolotti in Passeggiate Canavesane); furono ricoperti poi da uno strato di intonaco pensando forse che fossero ormai irrimediabilmente deteriorati .  Un accorto restauro eseguito in tempi recenti ha restituito ai dipinti una buona leggibilità.( da Wikipedia )

Altre fotografie:
Lo sai che vicino a Baldissero Canavese puoi:

Fare

    Vedere

      Mangiare

        Dormire

          Cerca cosa fare...
          Vicino a:

          Attenzione

          Previsioni meteo:
          Eventi sponsorizzati:
          LUN
          28
          titoloevento
          Forno Canavese (TO)
          LUN
          28
          titoloevento
          Forno Canavese (TO)
          LUN
          28
          titoloevento
          Forno Canavese (TO)